Mandaci la tua attività

  • Mentre prepari l'attività che vuoi sottoporre ad astroEDU, leggi la Guida che abbiamo preparato.
  • Nel corso della progettazione, tenete conto dei criteri con i quali la vostra attività sarà valutata. Ci sono due diverse schede di valutazione che i revisori usano per valutare le attività: una per gli educatori e l'altra per gli specialisti di settore.
  • Vi esortiamo a incorporare nelle vostre attività un approccio di tipo inquiry-based learning.
  • Quando la vostra attività è pronta, usate questo form provided form per mandarcela: potete spedirlo al team di astroEDU via email come doc, docx o rtf. Il form rispecchia la tipica struttura delle attività astroEDU pubblicate online. Probabilmente prevedete l'uso di fogli di calcolo, fogli di lavoro, dati (sotto forma di file fits, immagini o csv), documenti powerpoint, audio o video di alta qualità tra i materiali supplementari. In questo caso, vi suggeriamo di renderli disponibili nell'email che ci mandate attraverso link di download  (usando tool online come sendspace o wetransfer) e, se possibile, in forma editabile - se è previsto che i potenziali utenti debbano modificarli.
  • Qui sotto potete trovate una spiegazione dettagliata delle differenti sezioni delle attività astroEDU.

Istruzioni per la sottomissione dell’attività 

Nomi degli autori: Nomi delle persone che hanno contribuito, in ordine decrescente della % del contributo stesso.

Descrizione: Una breve descrizione (massimo 250 parole) dell'argomento, di che cosa impareranno gli studenti e come lo impareranno.

Affiliazione o organizzazione: Affiliazione delle persone che sottomettono l’attività. 

Paese: Paese della persona che fisicamente sottomette l'attività.

Email dell'autore che sottomette l'attività: Email della persona che fisicamente sottomette l'attività. I redattori di astroEDU manderanno tutte le comunicazione relative alla sottomissione a questo indirizzo. 

Titolo dell’attività: Titolo complete dell’attività (al massimo due righe).

Autore dell’attività: Se la persona che sottomette l’attività non è l’autore originale della stessa, aggiungere, per favore, il nome dell’autore e la fonte da cui avete tratto le informazioni.

Ringraziamenti: l'elenco delle persone e delle organizzazioni che hanno contribuito all'attività

Parole chiave: Per favore, scegliete fino a 5 parole che siano in relazione con l’oggetto, gli obiettivi, i destinatari dell’attività. I redattori di astroEDU potranno scegliere le parole chiave più rilevanti o aggiungerne di altre.

Area del contenuto specifico: E' un'attività in cui prevale l'astronomia, le scienze della terra o da qualche altro settore scientifico? 

Categorie del contenuto specifico: vi forniamo un elenco di parole chiave che si indicano vaste aree nell'ambito di ciascuna delle scienze specifiche di astroEDU. Selezionate tutte quelle che vi sembrano rilevanti per la vostra attività.

Tipo di attività didattica: ci sono molti tipi di attività didattiche, ognuno con un posto e un uso. Selezionate quelli che rappresentano meglio la vostra attività. Ne potete selezionare più di uno.

Intervallo di età: Scegliere l’intervallo o gli intervalli di età più appropriate per l’attività. NB: chiediamo di indicare sia l’intervallo di età sia il livello d’istruzione perché gruppi della stessa età all’interno di sistemi scolastici di Paesi diversi alcune volte non corrispondono l’uno con l’altro.

Livello d’istruzione: Scegliere il livello di istruzione più appropriato per l’attività. NB: chiediamo di indicare sia l’intervallo di età sia il livello d’istruzione perché gruppi della stessa età all’interno di sistemi scolastici di Paesi diversi alcune volte non corrispondono l’uno con l’altro.

Tempo: La durata complessiva dell’attività.

Gruppo o individuale: specificare se l'attività è di gruppo oppure individuale.

Massimo numero di persone: Indicare il massimo numero di partecipanti a ogni singola sessione di questa attività

Supervisione per la sicurezza: L’attività prevede dei passi che richiedono la supervisione di un adulto per questioni di sicurezza? Per esempio l’uso di forbici o coltelli.

Cost per studente: Indicare se si tratta di un'attività gratuita, a basso costo, a costo medio o alto.

Luogo: la location necessaria o più opportuna per condurre l’attività.

Lingua: La lingua con cui l’attività viene sottomessa. Notate che astroEDU accetta attività in tutte le lingue ma, per ore, solo le attività in Italiano e in Inglese verranno sottoposte al processo di peer-review (e potenzialmente pubblicate).

Elenco dei materiali: Elenco puntuale dei materiali necessari allo svolgimento dell’attività. Cercate di usare materiali comuni in tutti i paesi. 

Scopo dell’esperienza: Una breve lista dei punti che illustrino l’obiettivo generale dell’attività e del perché è importante che gli studenti imparino. Per esempio: “lo scopo dell’attività è che gli studenti capiscano perché ci sono stagioni diverse e anche quello di migliorare la loro abilità nel comunicare scoperte scientifiche. Le stagioni sono importanti per capire perché esse abbiano effetto sulla vita di ogni giorno e coinvolgono concetti sulla luce che sono importanti anche in molto altri contesti. Gli obiettivi didattici sono specificati più sotto.

Obiettivi didattici: specificare le competenze che gli studenti devono acquisire, in funzione anche del modo in cui essi dovranno dimostrare tali conoscenze. Per esempio, “Gli studenti useranno il concetto di flusso solare in funzione dell’angolo di incidenza per spiegare perché a Milano è caldo d’Estate e freddo in Inverno.” La dimostrazione dell’apprendimento dovrà essere direttamente collegata alla Valutazione (scheda successiva). E’ possibile trovare utelriori informazioni su http://teachonline.asu.edu/objectives-builder/ and http://edutechwiki.unige.ch/en/Learning_objective

Valutazione: Come l’insegnante può raccogliere evidenza dell’apprendimento dello studente, per valutare quanto gli studenti stiano raggiungendo gli obiettivi di cui sopra. Per esempio, “Chiedere agli studenti di presentare dei poster ai loro compagni spiegando perché a Milano fa caldo d’Estate e freddo in Inverno.” La valutazione può avere luogo sia durante lo svolgimento dell’attività quanto alla fine. (Per esempio: “Mentre un gruppo di studenti discute sulle stagioni, far in modo che essi disegnino un’immagine che descriva la diffusione della luce solare su aree diverse a seconda dell’angolo di incidenza.”). La scheda di valutazione dovrebbe includere sia quegli elementi che l’insegnante deve considerare  per capire se gli studenti hanno compreso, sia alcune indicazioni sugli errori comuni che indicano una comprensione ancora non completa. Questa scheda può anche includere indicazioni su come valutare le competenze nelle pratiche scientifiche indicate nella scheda che segue. Uno strumento utile alla valutazione dell’apprendimento degli studenti è la scheda di valutazione (si veda http://www.cmu.edu/teaching/designteach/teach/rubrics.html).  

Competenze: Questa sezione si riferisce alle pratiche nel fare scienza e nel ragionamento scientifico che gli studenti imparano da questa attività. Il quadro di riferimento per elencare le “buone pratiche” scientifiche (estratto da U.S.’s Next Generation Science Standards; NRC 2012) è: porre domande, sviluppare e utilizzare modelli, pianificare ed eseguire ricerche (indagini), analizzare e interpretare i dati, utilizzare approcci matematici e computazionali, costruire spiegazioni valide, impegnarsi in una discussione partendo dall’evidenza e comunicare le informazioni. Indicate con chiarezza quali opportunità hanno gli studenti di imparare le buone pratiche scientifiche nello svolgimento dell'attività.

Informazioni di background: questa sezione contiene l’informazione che gli insegnanti dovranno leggere prima che l’attività inizi. Per favore considerate ciò che è veramente necessario per l’attività, e il background degli insegnanti (spiegare chiaramente i concetti, e non usare vocaboli inappropriati troppo tecnici). Limitate ogni argomento a un paragrafo. Potete usare la sezione “Informazioni aggiuntive” per indicare indirizzi URL nei quali trovare ulteriori dettagli. 

Descrizione completa dell’attività: tutti I passi dettagliati dello svolgimento dell’attività. Questi possono includere anche indicazioni per gli insegnanti su quello che dovrebbero fare o dire e quando e lo stesso per gli studenti. Possono anche esservi suggerimenti e indicazioni di cammini diversi da seguire per facilitare l’attività. (Per esempio: “Una comune misconception è che la stagioni siano causate dalla differenza distanza tra la Terra e il Sole. Se uno studente mostra di avere questa falsa conoscenza l’insegnate può chiedere loro che stagione c’è nell’emisfero opposto e disegnare una immagine per spiegare la cosa.”) Usate le immagini ogni volta che lo riteniate appropriato. 

Breve descrizione del materiale supplementare: elencate il materiale supplementare che fornite per l'attività con una breve nota, una o due frasi, che spieghi il suo ruolo nell'attività.

Collegamento con il curriculum scolastico: aggiungete le informazioni circa il collegamento tra questa attività e il curriculum del paese del/dei proponenti. Scoprite altre eventuali collegamenti con l'aiuto della redazione di astroEDU.

Informazioni aggiuntive: ogni informazione aggiuntiva che possa ulteriormente implementare l’attività.

Conclusioni: un paragrafo che riassuma l’attività e quello che gli studenti dovrebbero aver imparato. 

Ulteriori letture: Una lista delle migliori risorse esterne, specialmente libri, articoli di giornali online o su carta stampata, per ampliare le informazioni di background.

Bibliografia: un classico elenco dei riferimenti bibliografici degli articoli e del materiale usato nel testo. Ogni metodo bibliografico standard è ben accetto, purché sia consistente nell'ambito dell'articolo.